Ma quanti follower ci vogliono per sentirsi di successo?

Come sapete io di lavoro faccio la digital PR e quindi mi occupo di quanto seguito hanno i blog, quanti follower seguono qualcuno su Instagram e quanti like hanno le pagine di Facebook. Mi occupo un po’ di questi numeri anche per me, e per questo blog che mi ospita ogni settimana.

Schermata 2018-09-12 alle 10.34.09Sono numeri, e questo in un primo momento sembra rassicurare. Ma guardando bene sono numeri relativi, che prendono significato solo se rapportati l’uno all’altro. 100.000 follower sono tanti? Dipende. Dal settore in cui siete, da quanti follower hanno quelli che fanno qualcosa di simile a voi.

E poi chi sono quei follower? Vi guardano davvero? Vi leggono, nel caso in cui scriviate oltre che a fare foto? Vi guardano, se fate dei video? E che cosa gli resta impresso di quello che leggono oppure vedono?

Queste sono domande che tendono a restare senza risposta.

Lo restavano anche le statistiche dell’Auditel ai tempi della televisione: centinaia di migliaia di persone davanti allo schermo durante una certa trasmissione. Ma la stavano davvero guardando? Gli piaceva? Avrebbero continuato fino alla fine? Avrebbero cambiato canale durante la pubblicità? Del resto un pubblicitario è diventato famoso per aver detto “So che metà del mio investimento pubblicitario è buttato via; peccato che non sappia quale metà!”

E quindi di quanti follower abbiamo bisogno per essere felici? Dobbiamo per forza rincorrere la Ferragni?

Schermata 2018-09-12 alle 10.32.58

Io personalmente non credo. Sarà che sono after fifty, ma sono contenta quando un post esprime bene quello che voglio dire. Sono contenta quando qualcuno mi scrive che il blog (o questo o Chic After Fifty) gli piace.

Ma sono ancora più contenta quando in queste sere dolci di settembre, con la luce che sta per scomparire e forse per questo è morbida e avvolgente, guido con i finestrini aperti e sento l’aria tiepida che mi accarezza. Mi sento libera, e non c’è numero di follower che valga la libertà.

Anna da Re, blogger di ChicAfterFifty e opinionista per DonnaModerna.com

 

5 pensieri su “Ma quanti follower ci vogliono per sentirsi di successo?

  1. Anch’io non mi paragono a nessuno, ho il mio blog solo per me! Per una mia soddisfazione personale, se poi mi leggono e mi seguono meglio ancora!
    Sono soddisfatta del mio blog e dei miei follower perché sono tutti veri (non come le fashion blogger, di cui ben conosciamo i nomi, che se li sono comprati). Sono felice così 😀😀

    "Mi piace"

  2. si dice “meglio pochi ma buoni” e dei follower io dico” e chi se ne frega!” Se una persona ha una vita al di fuori del web non ha tempo di stare lì a contare like e follower ( cosa che per molti ormai è una patologia ossessiva) e inoltre chi sta lì a far dipendere il proprio umore da un like in più o in meno dovrebbe entrare nello studio di un bravo psicologo. Pensare poi che i blogger famosi o gli influencer famosi o i vip abbiano una vita perfetta è un’idea talmente sciocca che solo dei follower possono crederci 😊

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.