Paese che vai, calze (o gambe nude) che trovi

È buffo che una cosa come le calze, il loro uso o il loro non uso nella stagione fredda, possa essere oggetto di dibattiti e riflessioni.

È anche buffo che io ritorni sul tema calze sì/calze no. Voi non ve lo ricordate ma io sì, quello sulle calze era il mio primo pezzo per questo sito. È passato già quasi un anno!

Schermata 2018-10-17 alle 12.04.25

Comunque. Nel mondo britannico, andare in giro senza calze d’inverno è indice di un’elevata appartenza sociale. Vuol dire che ci si può permettere depilazioni e lampade, oltre che un autista o qualcuno che ci risparmia l’esposizione al freddo e alla pioggia per più di qualche istante. Le altre signore sono condannate a mostrare gambe livide e intirizzite, preparandosi a un lungo inverno di raffreddori se non peggio.

 

Schermata 2018-10-17 alle 12.03.07

Da noi per fortuna le cose sono diverse e l’appartenenza sociale si deduce da altre cose. In questa stagione intermedia (che con il riscaldamento globale le mezze stagioni si sono allungate, invece di scomparire) le calze si vedono solo con le gonne. Con i pantaloni, anche corti, quasi tutte le donne portano i calzini: di cui c’è peraltro ampia e meravigliosa scelta. Con le gonne invece ci mettiamo quasi tutte calze spesse e scure.

Schermata 2018-10-17 alle 12.04.09Ma attenzione! Quest’inverno c’è una grande novità: sono tornate le gonne lunghe! Così lunghe che, sempre secondo i britannici, potremo evitare di mettere le calze, anche perché ci abbineremo degli ankle boots.

E c’è un altro ritorno. Quelle trasparenti, color carne. Incredibile! Usate con i calzini, così che le gambe sembrano nude ma non lo sono. Smart, vero?

Vi dirò cosa faccio io: gonne lunghe sì, le adoro; ankle boots sì, adoro anche loro; ma pure calze spesse e opache, o calze colorate e operate, che si intravederanno ma mi terranno caldo.

E voi? Siete di quelle che odiano i collant e postpongono finchè possono il momento di metterli? Oppure di quelle che patiscono il freddo alle gambe e si coprono ai primi freddi? O di quelle che si sbizzarriscono nelle fantasie e nei colori dei collant?

Raccontatemelo se avete voglia: ciabattinasx@gmail.com oppure sui social!

Anna da Re, blogger di ChicAfterFifty e opinionista per DonnaModerna.com

6 pensieri su “Paese che vai, calze (o gambe nude) che trovi

  1. Anch’io adoro il collant, le gambe femminili nude non mi piacciono, vestite di una seconda pelle sono quasi sempre raffinate ed eleganti. Aggiungo che vorrei prendesse piede la moda del collant anche maschile, oggigiorno anche il maschio cura il proprio corpo, si depila, pertanto il collant potrebbe benissimo diventare un indumento sto unisex. Per quanto mi riguarda, io, da uomo, già lo indosso regolarmente.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.