Diciamo basta al terrore della prova costume

Se c’è una cosa ridicola che le signore e pure le ragazze condividono, è il terrore della prova costume.

Come se fosse davvero una prova, di quelle da viaggio dell’eroe, in cui ci si misura con il proprio coraggio e le proprie capacità di sopravvivenza.

Alla prova costume pare invece non sopravviva nessuna. Ci si chiude in un camerino angusto, con una luce cruda e crudele, provandosi dei costumi che il più delle volte abbiamo visto nelle vetrine o sulle riviste, indosso a donne perfette e ritoccate, abbronzate e inesistenti. Nessuna può sentirsi all’altezza. E infatti il consiglio più saggio che riviste e siti danno alle signore è di andarsi a comprare il costume dopo essere state al mare e non prima.

Anche perché al mare per fortuna succede una bella cosa: che il costume diventa qualcosa di normale e naturale, che il corpo esposto al sole e al vento e all’acqua è soltanto il tuo corpo, con il quale vivi tutti i giorni e complessivamente hai fatto pace. E il piacere che danno l’acqua di mare, il sole e il vento; la sensazione di tornare bambini ed essere liberi di muoversi senza preoccuparsi di niente; la consapevolezza che tutte le altre signore sono imperfette come noi e vengono apprezzate non per la loro perfezione ma per le loro qualità, che sono magari il sorriso, la simpatia, l’intelligenza o l’ironia; tutte queste cose fanno sì che, in generale, poi la gente al mare sta come sta, e si gode la vacanza in barba alla linea, alla cellulite e al costume. E tutto questo è sano e bello.

Ma al di là di questo, come scegliere il costume quando abbiamo passato gli anta? Non ci sono diktat, sapete che io li detesto. Penso che a ognuna di noi stia bene un modello diverso. Quest’estate c’è un grande ritorno dei costumi interi, in un’infinita serie di varianti. E penso sia una buona scelta, perché veste e fa sentire meno esposte rispetto al bikini. Io ne ho preso uno l’anno scorso, ed erano anni che non mettevo un costume intero. Ho scoperto che mi piace, e non è neppure così scomodo. E naturalmente è molto 50chic!

Quindi, come sempre, scegliete voi! E se volete scrivermi sapete come fare, i commenti qui sotto, l’email ciabattinasx@gmail.com, e naturalmente i social.

Intanto buona giornata!

Anna da Re, blogger di ChicAfterFifty e opinionista per DonnaModerna.com

Annunci

3 pensieri su “Diciamo basta al terrore della prova costume

  1. Per me l’unica prova costume consiste nel vedere se ci entro: se la risposta è affermativa, sono a posto. E siccome voglio prendere più sole possibile, anche se sono molto vicina ai settanta metto il bikini. Chi non gradisce, si giri dall’altra parte.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.