Innocenti forme di teletrasporto. I libri

Pensavo, mentre mangiavo rapidamente qualcosa prima di scrivere questo post e poi rituffarmi nel lavoro e nelle riunioni a distanza, pensavo guarda, io sono qua a Monza, e però sono anche a Udine, 90 anni fa circa, e lì a Udine ci sono arrivata perché sto leggendo un libro. Che oggi è un libro ambientato a Udine 90 anni fa circa, ma domani può essere … Continua a leggere Innocenti forme di teletrasporto. I libri

Ma ogni tanto è bello anche non leggere

Avete presente chi dice che ci si stancherebbe anche a mangiare aragosta tutti i giorni e viene voglia di una bella bistecca, o di una bella spaghettata cacio e pepe. Ecco anche con la lettura è così, per quanto bella, per quanto appassionante e utile e varia e tutto quello che volete, ogni tanto è bello anche non leggere. Ci pensavo oggi che doveva scrivere … Continua a leggere Ma ogni tanto è bello anche non leggere

Elogio della bruttezza

Originally posted on Chic After Fifty:
In realtà ho scelto questo titolo per assonanza verso un’altro dal concetto molto più ampio che tratta di bellezza e del modo in cui usiamo esaltare questa caratteristica sotto qualsiasi forma ci si presenti. Cappuccino e brioche, una sola per me… l’altra era per l’amica che ogni tanto mi accompagna in queste mie scorribande mattutine. Ma lo sapete qual… Continua a leggere Elogio della bruttezza

Leggere su carta o in digitale: non è vero che “tanto è uguale”

Se c’è una frase che detesto è “tanto è uguale”. Non c’è niente o nessuno per cui sia vero che “tanto è uguale”. Neppure la lettura su carta o digitale. Per cui al bando la pigrizia mentale e vediamo che differenza c’è. Ogni volta che dico che lavoro per una casa editrice mi sento chiedere se è vero che gli ebook stanno soppiantando i libri … Continua a leggere Leggere su carta o in digitale: non è vero che “tanto è uguale”